mitchferniani.it
Il SEGRETO Dietro Un Buon PROTOCOLLO ALIMENTARE

Il SEGRETO Dietro Un Buon PROTOCOLLO ALIMENTARE

GUARDA IL VIDEO:https://youtu.be/w7NJSG7v9uI

Avremo sempre il sostenitore della cheto in contrapposizione con il sostenitore della high carb, avremo sempre il sostenitore della multifrequenza e quello della monofrequenza, avremo sempre quello che sostiene che allenamento o dieta X è il meglio in assoluto ed il suo arcinemico che dirà che invece è dieta Y il meglio in assoluto.

Ecco, la gente è brava a trovare disaccordi, è brava a sostenere le proprie tesi a suon di googlate ed è altrettanto brava ad iniziare battaglie totalmente inutili e prive di qualsiasi senso logico per sostenere una particolare dieta o un particolare allenamento.

Bene, ma quindi, cosa cacchio devo fare io povero stolto che voglio solo ottenere risultati? Senza dover per forza di cose entrare in una guerra infinita che dura da sempre e con finirà mai?

Guardo cosa dicono entrambe le parti e, visto che entrambe le parti bene o male funzionano, prendo i punti in comune e decido il da farsi.

Come abbiamo detto per l’allenamento, troverai sempre il campione mondiale che si è preparato con la cheto, quello che si è preparato con la high carb, quello che si è preparato con la dieta flessibile, con la weight watchers con la zona, ecc ecc…

Questo cosa vuol dire? Che molto probabilmente dare un nome a queste diete e venderle sottoforma di pillole magiche ha confuso un po’ la popolazione mondiale ignorante riguardo l’argomento.

Qual è lo scopo di una dieta?

Modificare le abitudini alimentari di un individuo per fare in modo che introduca nel suo corpo differenti quantitativi di nutrienti e calorie.

Punto.

Come lo fa? Vedi le migliaia di libri scritti da autori/imprenditori che hanno voluto speculare in merito all’argomento

Bene, sulla base di tutto quello che ho detto fin’ora, adesso mi sento di poter affermare una cosa che, soprattutto nel panorama odierno italiano, sarà sicuramente criticata:

Da atleta, sportivo, o semplice frequentatore di palestra, perdere tempo a guardare studi e ricerche in merito all’alimentazione, per scoprire quel dettaglio che potrebbe cambiare totalmente la tua composizione corporea e la tua prestazione è totalmente irrilevante e controproducente per il compimento del tuo obiettivo

Quello che in realtà ti farà ottenere risultati non è tanto la dieta in se, per via dei particolari dettagli scientifici che ti vengono spiegati nel libro che la accompagna, ma più la tua facoltà di seguire la dieta, di metterla in pratica, di utilizzare il metodo per abbastanza tempo da apportarti risultati.

Questo è quello che deve fare una dieta, essere perseguibile e replicabile di giorno in giorno. Solo così potrà portare risultati.

Quindi qual è questa dieta? Non esiste una risposta univoca a questa domanda. E’ inutile farsi le guerre a suon di pub med o google scholar.

La dieta perfetta è quella che riesce ad essere seguita dal singolo individuo. Ogni individuo avrà preferenze/esigenze diverse durante la giornata e quindi necessiterà di un piano alimentare diverso!

Quindi ripeto, la dieta che funziona è quella che riesce a modificare le abitudini alimentari di un individuo per fare in modo che introduca nel suo corpo differenti quantitativi di nutrienti e calorie.

Nel mio caso, la dieta migliore che esista è la dieta flessibile, contare le calorie del cibo che ingerisco quotidianamente, mi garantisce di avere dei parametri tangibili da manipolare. Specialmente, attraverso il servizio di coaching online, se devi seguire un atleta nel suo percorso, hai bisogno di più parametri oggettivi possibili per determinare la strada da percorrere e per fare in modo che sia la più consona possibile.

Se spieghi questo all’atleta che stai seguendo, lui, non è stupido e capisce benissimo il perché gli stai chiedendo così tanta meticolosità in quello che fa.

Ma sono consapevole del fatto che ci sono un sacco di persone che odiano semplicemente tracciare quello che mangiano e quindi si affidano ad altre tipologie di manipolazioni alimentari. C’è chi si trova bene in chetosi, chi a mangiare solo carbo, chi a mangiare un sacco di proteine.

Allora perché forzare queste persone a seguire una dieta che non sono in grado di perseguire? Una dieta che non ci piace, non ci permette di seguirla al meglio. Il che si traduce in disturbi alimentari, episodi di binge eating e tutto ciò che ne è correlato.

Inoltre, non essendo un nutrizionista, non essendo uno specialista, non mi sento di fornire particolari tipologie di diete ai miei atleti, per questo, la scelta ricade sempre sul consiglio alimentare, consiglio che grazie alla divisione in macros e calorie può essere ben preciso.

Quindi, ricapitolando, il messaggio che voglio far passare in questo video è semplicemente: segui la dieta, il protocollo, lo stile alimentare, che ti permette di avere meno stress possibili, perché meno stress = più sostenibilità = più costanza = risultati.

Vedi il panorama mondiale dei protocolli alimentari come una scatola degli attrezzi da cui attingere gli strumenti a te necessari.

Se sei una persona che fatica a mettere peso, perché diavolo dovresti metterti in low carb, perché dovresti fare il digiuno intermittente? Se sei una persona che fatica a mangiare abbastanza cibo, per quale ragione dovresti anche restringere il numero di pasti giornalieri?

Se al contrario sei una persona che ha sempre fame, il digiuno intermittente, specialmente in restizione calorica, potrebbe fare al caso tuo!

Come vedi, è importante saper adattare lo strumento per raggiungere l’obiettivo e non il contrario.

Non buttarti dentro i dibattiti su internet se non ne hai le competenze, lasciamo queste cose ai professionisti per fare in modo che i loro dialoghi siano produttivi e con uno scopo.

Come può finire un discorso iniziato con due argomentazioni ingoranti? Eh… non bene, anzi, non può proprio finire. Ed è esattamente quello che succede al giorno d’oggi. Dibattiti infiniti tra gente ignorante, su ciò che è meglio.

E’ proprio per questo che non parlo molto di alimentazione su questo canale, anche se potrei fare un sacco di video da clic facile, per farmi tante visualizzazioni ed iscritti. Semplicemente non lo voglio fare, perché non è il mio ambito, perché non è quello di cui mi piace parlare ed è giusto che ogniuno si occupi del proprio lavoro.

Chiudi il menu
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: