Sapete qual è l’unica specie in natura che non è in grado di auto-produrre la vitamina C?

In natura, sia tra le specie animali sia tra quelle vegetali, non esiste la carenza di Vitamina C (naturalmente a parte alcune specie rare). L’uomo, dal grado di sapiens sapiens ha perso questa capacità enzimatica e si pensa sia dovuto al fatto che trovava la vitamina C da ogni parte e quindi il suo organismo ha detto: “Oh ciccio, qui non è che faccio lavoro per niente e poi mi butti dentro altra vitamina C!!” Da li ha smesso di produrla.

(Non ci sono evidenze scientifiche che dimostrano che l’organismo abbia detto proprio così, ma secondo me ci sono andato vicino)

Ma facciamo un passo indietro. Abbiamo detto che la Vitamina C dovrebbe trovarsi praticamente ovunque, ma la pratica di tutti i giorni ci insegna che non è proprio così: il pesce non ha vitamina C, la mucca, i cereali non hanno vitamina C e allora il discorso che ho fatto prima non regge?

In realtà il discorso di prima regge per un semplice motivo, la vitamina C è una molecola sensibilissima a qualsiasi variazione esterna: luce, calore, lavaggi, conservazione sono tutti fattori che vanno a disturbare questa vitamina che si incazza subito e se ne va.

Immaginate i processi a cui va incontro un animale prima di finire sulla nostra tavola. Dovremmo mangiarlo crudo e appena cacciato per ricavarne un po di vitamina C.
Teoricamente dovremmo trovare la vitamina C anche nella lattuga, ma non penso che vi mangiate la lattuga ricoperta di terra e di insetti. La vitamina C è idrosolubile e basta un lavaggio per farla scivolare via. Immaginate i metodi che si sono sviluppati oggi giorno per conservare, produrre, lavare i prodotti. Abbiamo creato una carenza di vitamina C che in natura non è mai esistita!!


Quanta vitamina C mi serve?

Per evitare carenze di questa vitamina, vengono consigliate dosi attorno ai 75-90 mg (RDA) al giorno. Come abbiamo già detto in vari articoli, le dosi consigliate sono quantitativi utili per non ammalarsi e non stare male, ma non sono quelli ottimali!! Per trarre effettivo beneficio, si arriva ad assumere quantitativi anche 10-20 volte superiori a quelli consigliati!!

Alti dosaggi sono accompagnati da vari studi che dimostrano il comportamento innocuo che questa vitamina causa nel nostro corpo ad alte concentrazioni. Solo una bassa percentuale di individui predisposti potrebbe avvertire problemi allo stomaco.

Le quote effettivamente utili si aggirano attorno ai 500-1000 mg al giorno.

alcuni frutti freschi (quelli aciduli, agrumi, ananas, kiwi, fragole, ciliegie ecc.), alcune verdure fresche (lattuga, radicchi, spinaci, broccoletti ecc.), alcuni ortaggi freschi (broccoli, cavoli, cavolfiori, pomodori, peperoni), tuberi (patate novelle)

Il consiglio è di cercare di assumerla attraverso i frutti freschi di stagione variando sempre tra i sopracitati. Le percentuali di vitamina C negli alimenti, come abbiamo già detto, possono essere facilmente compromesse dal tipo di conservazione e di lavorazione che subisce l’alimento. Quindi teniamolo sempre in considerazione!!

Per quanto riguarda l’assunzione della quota giornaliera, si consiglia sempre di cercare di “spalmare” il più possibile la dose durante l’intera giornata, per favorire il suo assorbimento.


Cosa Fa la Vitamina C?

La vitamina C è un potente antiossidante idrosolubile, il suo compito è quello di proteggere il torrente ematico e il citoplasma cellulare dai danni ossidativi.

Solo questo? nope…

La vitamina C rigenera la vitamina E, limita l’azione dei metalli pesanti, smorza gli effetti collaterali di molti farmaci, diminuisce la presenza di nitrosammine (abbassando la probabilità di sviluppare il cancro), aiuta l’assorbimento del ferro, degrada l’istamina, potenzia il sistema immunitario, partecipa alla costruzione di collagene, tende ad abbassare il Cortisolo…

La Vitamina C è importantissima per il nostro organismo.


Mitch Ferniani

Ue a tutti Vichinghi e Vichinghe, sono Mitch Ferniani e questa è la mia Road to Valhalla. Non mi considero un Guru di questo mondo, ma mi sento in grado di poter dare una grossa mano a chi come me, ha iniziato da zero, senza nessuna conoscenza, ma anche per chi, dopo anni di allenamenti non riesce a vedere i risultati che vorrebbe. Io voglio esserci per tutte quelle persone che hanno bisogno di un supporto, di un punto di riferimento per raggiungere il proprio obiettivo. Per quelle persone che hanno bisogno di qualcuno che gli indichi la giusta strada da percorrere. La Strada per il Valhalla.

0 commenti