Il rematore a cui faremo riferimento è quello di Pendlay, alla Weigthlifter, con la schiena a 90°. Perché? Perché una volta imparato quello gli altri verranno in automatico.

Avete visto il tutorial sullo stacco da terra? Li, facendo un diretto riferimento allo Starting Strength di Rippetoe, abbiamo diviso il set-up dello stacco in 5 passi fondamentali:

  1. Bilanciere al centro del piede
  2. Mani sul bilanciere, senza muovere il bilanciere
  3. Tibie al bilanciere, senza muovere il bilanciere
  4. Petto alto, appiattisco la schiena
  5. Aria in pancia e spingo

Benissimo, l’approccio al bilanciere per il Rematore Pendlay è identico a questo dello Stacco, solo che salteremo il punto 3, evitando quindi di attaccare le tibie al bilanciere.

Pendlay Row

In questo modo otterremo una posizione simile a quella dello stacco, ma avremo le anche molto più alte ed il centro di massa sarà spostato più sulla punta del piede. Proseguiremo con i punti seguenti, quindi: petto alto, schiena piatta, aria in pancia.

Da qui non dovremo fare altro che tirare il bilanciere verso di noi, toccando in un punto mediano tra capezzoli e ombelico. Tocchiamo il nostro corpo, non fermiamoci a metà e pensiamo di tirare attivamente con i gomiti, per fare in modo di reclutare i muscoli della schiena nel migliore dei modi.

Perché tirare con i gomiti? Questione di leve, di biomeccanica. Se avete visto il video sulla biomeccanica ganza della nostra schiena sapete bene che i tessuti che vogliamo stressare con il rematore hanno il principale ruolo di tenere la schiena con una contrazione isometrica ed estendere l’omero, non l’avambraccio o addirittura la mano. L’omero è attaccato nell’articolazione della spalla (gleno-omerale), quindi il tutto funziona proprio come una semplice leva: avremo un fulcro (spalla) e l’omero (braccio) che crea il momento.

Come possiamo tradurre queste nozioni per gli altri tipi di rematore? Beh, una volta imparato tutto questo il resto viene naturale.

Ad esempio, Il Rematore da Bodybuilder con il busto a 45°, inizia dall’alto, non dal basso, si esegue un’eccentrica simil-stacco rumeno per raggiungere la posizione, tipicamente sotto le ginocchia e si inizia a remare.


Mitch Ferniani

Ue a tutti Vichinghi e Vichinghe, sono Mitch Ferniani e questa è la mia Road to Valhalla. Non mi considero un Guru di questo mondo, ma mi sento in grado di poter dare una grossa mano a chi come me, ha iniziato da zero, senza nessuna conoscenza, ma anche per chi, dopo anni di allenamenti non riesce a vedere i risultati che vorrebbe. Io voglio esserci per tutte quelle persone che hanno bisogno di un supporto, di un punto di riferimento per raggiungere il proprio obiettivo. Per quelle persone che hanno bisogno di qualcuno che gli indichi la giusta strada da percorrere. La Strada per il Valhalla.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: